XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare! XYZ2018 - abbiamo la mappa, pronti a salpare!

↓ SOS Blog

✎ Cerca un contenuto

7 giorni, più uno per la restituzione.

3 laboratori in contemporanea,

ognuno dei quali ha 2 output.

I laboratori collaborano innestandosi con le diverse competenze che li contraddistinguono. Questa interazione è osmotica e imprevedibile, ma può essere facilitata.

Per questa ragione abbiamo immaginato una sinsemia che possa rappresentare la complessità di ciò che stiamo per fare.

La composizione si legge dal centro verso l'esterno.

I cerchi concentrici, in grigio chiaro e bianco, rappresentano la scansione dei giorni.

Le tre aree di uguale superficie in cui è divisa la composizione, definite da un colore specifico, rappresentano i laboratori che si svolgono in contemporanea.

All'interno di queste aree sono presenti due tipologie diverse di "pallini": la prima è caratterizzata da 2 fattori, dimensioni maggiori e tinta unica; la seconda invece ha dimensioni inferiori ed è (solitamente) divisa in due colori.

Si tratta degli output, quelli primari (più grandi) e quelli secondari (più piccoli e frutto dell'interazione dei laboratori).

Output primari:
x: identità e sito web
y: sistema d'accessi e bacheca digitale
z: programmazione condivisa e coworking

Output secondari:
x+y: gestione dei dati, interazioni sito-luogo / comunicazioni sulla bacheca
y+z: proposizione attività fatta in loco / calendario attività partecipate in loco / gestione accessi eventi / gestione accessi coworkers / gestione accessi ospiti
x+z: wayfinding / adesione al coworking online / calendario attività partecipate online / raccolta proposta e idee / da idee a attività

Tra gli output sono tirati degli archi: questi rappresentano le collaborazioni tra i diversi gruppi di lavoro, relative allo sviluppo di quello specifico output.

Ogni giorno dalle 9.30 alle 10.30 c'è l'assemblea pleanaria in cui i diversi gruppi di lavoro si aggiornano reciprocamente sullo stato delle cose e su ciò che stanno per fare.

Ogni giorno, ciascun gruppo, a fine lavori, compila 2 semplici slide (una relativa a cosa ha fatto e una a cosa farà l'indomani) che poi saranno analizzate la mattina seguente nell'assemblea plenaria.

Man mano che i lavori procedono, ciascun gruppo di lavoro aggiorna il "diario di bordo" (un documento condiviso) che tiene traccia delle attività dei vari gruppi in tempo reale - uno strumento utile a ciascun gruppo per tenere costantemente d'occhio ciò che fanno gli altri, in modo da potersi cordinare con loro.

Il 30 luglio (ottavo giorno) alle 18.00 è previsto un evento pubblico (aperto a tutti), presso Officina degli Esordi, in cui saranno presentati e raccontati i risultati dei tre laboratori e del workshop LUCity (l'installazione luminosa).

Ma non finisce qui: nel corso di XYZ2018 ci sarà anche Innovario, progetto sperimentale per un Dizionario dell'Innovazione: una riflessione su come progettare nuovi dizionari e su come definire i significati di quelle parole che sono entrate a far parte di una nuova quotidianeità sociale, lavorativa, culturale.
Il nostro lessico si è arricchito negli ultimi anni di nuove terminologie, nuove parole e sintagmi, o anche semplicemente nuovi significati per vecchi lemmi. Cambia l’equilibrio tra le lingue, il modo in cui l’una entra nell’altra aprendo porti intercontinentali. Nelle composizioni cambia il rapporto tra soggetti e verbi sempre più sostantivizzati. Aumenta la complessità del mondo, o forse ci è solo più urgente trovare nuove forme ed espressioni per descriverlo.

La prima azione del progetto Innovario è questa di farsi Diario, distribuito durante i laboratori XYZ2018, che raccoglierà i primi imput fondamentali per la successiva costruzione del Dizionario, uno spazio web, per accogliere nuove parole, definizioni e storie da parte di tutti.
Ogni giorno affrontiamo il significato di una parola e lo facciamo con i partecipanti di XYZ2018, la pluralità delle loro esperienze, e con le storie raccontateci ogni giorno da una voce diversa e speciale.
Innovario è un progetto nato dalla collaborazione tra La Scuola Open Source e DOCUS - comunicazione visiva e azioni documentarie, per documentare i laboratori XYZ2018 riflettendo sull’abbattimento dei muri di incomprensione e sull’impegno a costruire ponti di significato tra persone.

↓ Piani di membership

↓ Nuovi corsi

☞ Lista

✎ Cerca un contenuto

IMMANÉNTSz/ TRADUSzIòN

@ La Scuola Open Source c/o Spazio 13, Bari

Tenuto da: Giovanni Cristino

Workshop di livello facile

Ecologia

Ricerca

Suono

Musica

Sperimentazione

Gioco

Sospetto

Deadline iscrizioni: 22 October 2021

Inizio: 31 October 2021

◱ Tutti i corsi

Keep in touch!

Iscriviti alla newsletter per restare informato: riceverai periodicamente aggiornamenti su tutte le attività de La Scuola Open Source.

* indicates required