XYZ2020 🌟 SuperNòva
dal 21 al 27 settembre

Laboratorio di ricerca e co-progettazione
c/o l'Ex Caserma Passalacqua, Novara

↓ Identità
Strategia
Design generativo
Arte pubblica

↓ Strumenti
Internet of Things
Making
Do It Yourself

↓ Processi
Governance
Design dei servizi
Community

Questa edizione del laboratorio di ricerca e co-progettazione XYZ si svolgerà a Novara e si occuperà di 💫 Nòva 💫 un nuovo centro culturale a vocazione sociale, che nasce per coinvolgere i giovani in un processo di rigenerazione culturale che parte dalla valorizzazione delle persone e dalla cura delle fragilità.

☆ Input

Nòva è il primo centro di aggregazione giovanile e produzione culturale della città di Novara e trova sede all'interno degli spazi dell'ex Caserma Passalacqua.

L'esperienza di questo hub giovanile nasce dalla collaborazione tra il pubblico e il privato, che insieme hanno scommesso sulla rinascita di uno spazio abbandonato e sulla sua trasformazione in luogo di espressione, produzione culturale e partecipazione civica.

Dove prima c'erano uffici e mense per gli ufficiali militari ora trovano spazio sale conferenze, aree studio, una sala prove con studio di registrazione, un maker-space e molti altri metri quadri che aspettano solo di essere immaginati e ri-abitati.

Per costruire tale sistema d'identità è stata adottata una metodologia progettuale aperta e generativa, focalizzata più sulla definizione di procedure e trasformazioni che di output statici.

Abbiamo a disposizione alcuni materiali di partenza, sviluppati nel corso dell’ultimo anno da FF3300 per Nòva:

→ un questionario
→ un’analisi delle risposte
→ una strategia di comunicazione
→ un progetto d’identità visiva
→ un sito web
→ un progetto grafico per gli spazi interni

Il software utilizzato per la creazione del carattere tipografico è stato il GTL (https://github.com/bbtgnn/GTL) ovvero il Generatore Tipografico di Libertà, un software open source realizzato durante il laboratorio XYZ2018 a cura de La Scuola Open Source.

☆ Output

X / COMUNICAZIONE

Esplosione del progetto d’identità
→ nuove lettere, esplosioni e texture
→ artefatti di comunicazione digitali e non

Superfici cangianti
→ concept per l'uso delle superfici esterne
→ progetto dell'installazione

Y / STRUMENTI

Complicati sistemi di leve e specchi
→ implementazione makerspace
→ strumenti per la manifattura artigianale

Artefatti senzienti
→ design dell'interazione
→ prototipazione elettronica site specific

Z / PROCESSI

✔ Le regole del condominio
→ sistema di governance
→ regolamento condiviso per gli spazi

✔ Scenari futuri
→ proposta di nuove destinazioni d'uso
→ analisi degli scenari di sviluppo

☆ Nota bene

Tutti gli output saranno concepiti:

→ in modo da poter essere evoluti, modificati e migliorati nel tempo;
→ in accordo con le dinamiche di funzionamento dello spazio;
→ in accordo con la vocazione alla molteplicità dello spazio;
→ in modo da aggregare, gestire e valorizzare l’offerta (attività, servizi, eventi e/o prodotti) dei partner di Nòva.

☆ Programma

I laboratori si svolgeranno tra il 20 e il 28 settembre:

20 settembre (pomeriggio) welcoming
21 settembre (mattina) inizio del workshop
27 settembre (pomeriggio) conclusione del workshop
27 settembre (in serata) restituzione output e festa
28 settembre (mattina) saluti e partenze




Lo svolgimento delle attività seguirà ogni giorno, tra il 21 e il 27 settembre, data della presentazione finale, la seguente successione di fasi:

9.30 / 10.30 — assemblea plenaria
10.30 / 13.00 — attività di laboratorio
13.00 / 14.00 — pausa pranzo
14.00 / 15.00 — la controra (un po' di riposo)
15.00 / 19.00 — attività di laboratorio
19.00 / 20.00 — XYZ OFF (talk con ospiti a sorpresa)

☆ Docenti e Tutor

↓ X — COMUNICAZIONE

Tommaso Guariento
→ filosofo della comunicazione

Giovanni Abbatepaolo
→ designer / developer

Chiara Dellerba
→ designer / artista

Andrea Bergamini
→ designer della comunicazione


↓ Y — STRUMENTI

Paolo Cavagnolo
→ ingegnere nucleare

Ivan Iosca
→ architetto

Alessandro Petrone
→ sound designer

Kedy Claudia Cellamare
→ designer / maker


↓ Z — PROCESSI

Nunzia Coco
→ service designer

Guglielmo Apolloni
→ process designer

Francesca Maciocia
→ service designer

Azzurra Spirito
→ public-private-community designer


☆ Chi stiamo cercando?

↓ X – COMUNICAZIONE

♥ strateghe delle rivoluzioni culturali
♥ agitatori dell'immaginario collettivo
♥ disegnatori di caratteri pigri
♥ progettiste dell’inaudito
♥ scrittori di algoritmi con velleità artistiche
♥ artiste della propaganda

↓ Y – STRUMENTI

♥ pirati senza scrupoli
♥ manipolatori di citofoni
♥ artigiane dell'errore
♥ costruttori di marchingegni
♥ improvvisatori di espedienti
♥ scienziate pazze

↓ Z – PROCESSI

♥ professionisti dei lego
♥ coltivatrici di comunitá
♥ innescatori di processi
♥ teoriche dell'indecisione
♥ attaccatori seriali di post-it
♥ cartografe dell’immaginario

☆ Iscrizioni

Per partecipare a X, Y o Z è necessario iscriversi compilando il form entro le 23:59 del 1 settembre 2020. I 3 laboratori sono gratuiti e aperti a tutti.

Sarà richiesta una lettera di motivazione, la selezione si baserá anche su di essa (oltre che su CV [obbligatorio] e Portfolio [opzionale]). PS: non vale scrivere "fatti i fatti tuoi" :)
Portfolio = qualsiasi file utile per certificare o provare l'esperienza acquisita nel proprio campo di attività: design, IT, video, publishing, making, hacking, coding, etc.

La lista dei partecipanti selezionati sarà pubblicata su questo sito il 3 settembre 2020,
assieme alle relative motivazioni.

Tutti i partecipanti selezionati saranno contattati sia telefonicamente che all'indirizzo mail fornito al momento dell’iscrizione.

☆ Metodologia didattica

La Scuola Open Source (SOS) è una “accademia della rete”:
una comunità aperta e connessa, all’interno della quale circola un sapere continuamente aggiornato e discusso.

Non si tratta, quindi, di un’istituzione gerarchica — come un monastero — quanto piuttosto di una comunità in divenire, aperta e interconnessa — come un bazaar — un vero e proprio “tessuto vivente”, all’interno del quale circolano informazioni e conoscenza, costantemente aggiornate e discusse, in modo analogo all’Accademia del mondo ellenico, dove “l’individuo libero non deve essere forzato, come uno schiavo, ad apprendere disciplina alcuna”

Un altro riferimento importante che affonda le radici dal passato è la "paideia":
un approccio olistico all'educazione del cittadino che privilegia l'idea che la produzione culturale debba essere al servizio della collettività.

Tutta la conoscenza sviluppata da ogni individuo della rete è condivisa nella stessa rete, a beneficio di tutti. Quando si studia un codice sorgente di un programma, spesso lo si sviluppa ulteriormente assieme, in modo che altre persone possano apprendere, a loro volta, mentre contribuiscono a migliorare ciò da cui si era partiti.

Intorno ai problemi da risolvere si produce così una conversazione continua e aperta a più voci.

La didattica delLa Scuola Open Source è un'educazione ai metodi e alle capacità, prima che alle discipline, si basa infatti sui concetti di iterazione, di opera aperta, di interdisciplinarietà, non linearità, sulla cooperazione, sull’informalità e sull’apprendimento in situazione.

I partecipanti coopereranno lavorando in gruppi diversi — ma sempre in relazione tra loro — alla co-progettazione, svilupperanno nuove competenze (sia hard che soft) e nuove amicizie, forti del reciproco supporto ricercheranno "soluzioni connettive" a "problemi comuni", dando ognuno il proprio contributo alla realizzazione di un progetto complesso e articolato ben oltre le possibilità di un singolo individuo.

☆ Approfondimenti metodologici

☆ Materiali d'archivio [edizioni passate]

Output de “Lo spazio in trasformazione”
@ Officina degli Esordi [2018]

Output de “Le comunità eretiche”
@ Convento Meridiano [2019]

Output de “Santi Vitu Mia Reload”
@ ExFadda [2019]

SOS Blog
→ Articoli, interviste e altro sui vari XYZ

SOS Youtube channel
→ Tutti i contenuti video della SOS

VIDEO
2016 / 2017 / 2018 / 2019

☆ Sharing

Tutti i partecipanti selezionati saranno invitati in uno spazio digitale di condivisione su Slack (un software per cooperare), in cui potranno scambiarsi informazioni e prendere accordi per eventuali viaggi e/o alloggi condivisi.

Su Slack troveranno inoltre la comunità SOS (oltre 1000 persone da ogni parte del Paese) con cui entrare in relazione e costruire uno scambio reciproco.

Durante le attività lo spazio di condivisione su Slack sarà utilizzato per l’interscambio file e l’organizzazione del lavoro dei gruppi (ciascun gruppo avrà un proprio canale di lavoro, un canale generale di raccordo tra i tre laboratori e uno dedicato alla produzione di contenuti memetici).

☆ Contatti

Nòva è situata al piano terra della più ampia Ex Caserma Passalacqua, nei pressi del centro di Novara, a 15 minuti (a piedi) dalla Stazione ferroviaria. La caserma è dotata di un parcheggio interno a pagamento.

Indirizzo:
Viale Ferrucci 2, 28100, Novara

SOS su Facebook
SOS su Instagram
SOS su Youtube
SOS su Slideshare
SOS su Github

Alessandro Tartaglia
→ Project manager LAB — X:
☎ +39 340 081 63 52

Alessandro Balena
→ Project manager LAB — Y:
☎ +39 380 37 97 188

Lucilla Fiorentino
→ Project manager LAB — Z:
☎ +39 338 63 48 436

Silvia Zotti
→ Responsabile Comunicazione:
☎ +39 339 482 71 26

Maurizio Di Luzio
→ Responsabile Logistica:
☎ +39 340 875 65 39

Mattia Anzaldi
→ Referente Nòva:
☎ +39 334 850 19 99

La Scuola Open Source Società Cooperativa

Ecosistema solidale di ricerca e immaginazione
sociale, culturale e tecnologica.

✨ Spazio alla trasformazione dell’esistente ✨